Home arrow Yamaha Fest arrow Yamaha Fest 2004

R-series Club

Yamaha Club Ufficiale Yamaha Club Ufficiale
Iscrizione R-series Club
Gadget

Bacheca annunci

Regolamento
Link utili
Advertisement
  
Yamaha Fest 2004
Scritto da FRANCESCO FLORISSI   
mercoledý 08 febbraio 2006

Misano Adriatico

Si è chiusa la settima edizione della Yamaha Fest. L'evento di Misano è stato un meraviglioso cocktail di emozioni, colori, momenti di spettacolo e di passione. Enrico Pellegrino, Direttore Generale Commerciale di Yamaha Motor Italia, traccia un bilancio a caldissimo della tre giorni del Santamonica.
Misano Adriatico

"Non abbiamo ancora numeri ufficiali sul dato complessivo di presenze ma siamo estremamente soddisfatti, fin dal venerdi c'è stata un'affluenza massiccia. I turni in pista erano già esauriti da settimane e sabato pomeriggio nel paddock c'erano alcune migliaia di persone.

"L'effetto Valentino Rossi" ha creato tanta aspettativa puntualmente soddisfatta. Valentino è stato fantastico, si è concesso al pubblico con grande entusiasmo divendendo con noi questa esaltante giornata di passione nel segno di Yamaha. C'è stato tanto entusiasmo anche nei confronti di Marco Melandri, peccato che per l'intervento al braccio destro non sia stato in grado di firmare le centinaia di autografi che gli hanno chiesto"

In soli sette anni la Yamaha Fest è diventato un evento da grandissimi numeri. "Ogni volta andiamo meglio" continua Pellegrino "Yamaha ha fatto tanti investimenti e in questo momento siamo leader del mercato e in campo sportivo. Siamo costantemente sotto i riflettori e sentiamo tanto interesse e tanta passione attorno ai nostri prodotti e alle nostre iniziative. Vogliamo che i nostri appassionati siano sempre più soddisfatti".

Nel 2005 l'appuntamento si rinnoverà puntualmente. "E' nostro convincimento che la Yamaha Fest sia un appuntamento fondamentale. E' l'evento che ci permette di stabilire un contatto sempre più stretto tra marchio e appassionati. L'organizzazione partirà la prossima settimana."
Ci rivediamo nel 2005!!!

GEMELLAGGIO - La Yamaha Fest è anche l'occasione per stringere amicizie. E' quanto hanno fatto i ragazzi del Forum R6 series che si sono legati con il fan club di Valentino Rossi. L'idea è quella di intesificare i rapporti tra i due gruppi: sono allo studio iniziative per viaggi, incontri ed eventi per i prossimi mesi. Da vivere insieme nel segno della Yamaha.

MAGLIETTE CELEBRATIVE - Sul palco centrale i ragazzi del Forum R6 Series hanno consegnato una maglietta personalizzata ai due piloti della Yamaha Racing Italia, Jurgen van den Goorbergh e Fabien Foret. "E' stato piacevole scoprire che anche in Italia ho così tanti tifosi, in Inghilterra è andata bene, cercherò di regalare qualche bella soddisfazione anche nelle prossime gare" ha commentato Fabien Foret.

Consegna magliette ai piloti

 

CHIUDONO LE NONNE - L'ultima momento di azione è stato riservato alle bellissime moto da corsa storiche portate alla Yamaha Fest dall'History Racing Yamaha TZ Club. Il prediente Tiziano Ligabue è riuscito a riunire un gruppo di competentissimi appassionati che, a costo di sacrifici personali ed economici di un certo peso, sono riusciti a reperire e ricostruire alla perfezione pezzi unici usciti dal reparto corse Yamaha nel periodo 1965-1982. Il pezzo più pregiato è la Yamaha 250 del 1977 guidato dall'allora semisconosciuto Kenny Roberts.

Ma c'era anche la Yamaha 500 del team Agostini con la quale Graziano Rossi, il babbo di Valentino, ha preso parte al Mondiale '82. Graziano ha visitato con grande interesse lo stand del club e ha voluto lasciare un messaggio ricordo sul serbatoio della sua vecchia moto: "Conservatemela bene, firmato Graziano Rossi."


"Non abbiamo ancora numeri ufficiali sul dato complessivo di presenze ma siamo estremamente soddisfatti, fin dal venerdi c'è stata un'affluenza massiccia. I turni in pista erano già esauriti da settimane e sabato pomeriggio nel paddock c'erano alcune migliaia di persone.

"L'effetto Valentino Rossi" ha creato tanta aspettativa puntualmente soddisfatta. Valentino è stato fantastico, si è concesso al pubblico con grande entusiasmo divendendo con noi questa esaltante giornata di passione nel segno di Yamaha. C'è stato tanto entusiasmo anche nei confronti di Marco Melandri, peccato che per l'intervento al braccio destro non sia stato in grado di firmare le centinaia di autografi che gli hanno chiesto"

In soli sette anni la Yamaha Fest è diventato un evento da grandissimi numeri. "Ogni volta andiamo meglio" continua Pellegrino "Yamaha ha fatto tanti investimenti e in questo momento siamo leader del mercato e in campo sportivo. Siamo costantemente sotto i riflettori e sentiamo tanto interesse e tanta passione attorno ai nostri prodotti e alle nostre iniziative. Vogliamo che i nostri appassionati siano sempre più soddisfatti".

Nel 2005 l'appuntamento si rinnoverà puntualmente. "E' nostro convincimento che la Yamaha Fest sia un appuntamento fondamentale. E' l'evento che ci permette di stabilire un contatto sempre più stretto tra marchio e appassionati. L'organizzazione partirà la prossima settimana."
Ci rivediamo nel 2005!!!

GEMELLAGGIO - La Yamaha Fest è anche l'occasione per stringere amicizie. E' quanto hanno fatto i ragazzi del Forum R6 series che si sono legati con il fan club di Valentino Rossi. L'idea è quella di intesificare i rapporti tra i due gruppi: sono allo studio iniziative per viaggi, incontri ed eventi per i prossimi mesi. Da vivere insieme nel segno della Yamaha.

MAGLIETTE CELEBRATIVE - Sul palco centrale i ragazzi del Forum R6 Series hanno consegnato una maglietta personalizzata ai due piloti della Yamaha Racing Italia, Jurgen van den Goorbergh e Fabien Foret. "E' stato piacevole scoprire che anche in Italia ho così tanti tifosi, in Inghilterra è andata bene, cercherò di regalare qualche bella soddisfazione anche nelle prossime gare" ha commentato Fabien Foret.

CHIUDONO LE NONNE - L'ultima momento di azione è stato riservato alle bellissime moto da corsa storiche portate alla Yamaha Fest dall'History Racing Yamaha TZ Club. Il prediente Tiziano Ligabue è riuscito a riunire un gruppo di competentissimi appassionati che, a costo di sacrifici personali ed economici di un certo peso, sono riusciti a reperire e ricostruire alla perfezione pezzi unici usciti dal reparto corse Yamaha nel periodo 1965-1982. Il pezzo più pregiato è la Yamaha 250 del 1977 guidato dall'allora semisconosciuto Kenny Roberts.

Ma c'era anche la Yamaha 500 del team Agostini con la quale Graziano Rossi, il babbo di Valentino, ha preso parte al Mondiale '82. Graziano ha visitato con grande interesse lo stand del club e ha voluto lasciare un messaggio ricordo sul serbatoio della sua vecchia moto: "Conservatemela bene, firmato Graziano Rossi."

Ultimo aggiornamento ( lunedý 27 febbraio 2006 )
 
R-series Club - c.f. 91099860156 - Ottimizzato per una risoluzione 1024x768